Torta di pepe di Camaiore

Torta di pepe

Torta di pepe, torta coi pizzi, torta coi becchi, sono i nomi con cui è conosciuta questa ricetta tradizionale di Camaiore. Fatta con ingredienti semplici: riso, biete, ricotta e tanto pepe viene preparata dalle famiglie in occasione della Pasqua e della festa patronale.

La tradizionale ricetta della torta di pepe conosciuta anche come torta con i pizzi, affonda la sua origine nella cultura del luogo, un paese prevalentemente di pastori che usavano la ricotta e il pecorino di zona.

Originariamente la mia famiglia preparava la torta di pepe per la festa del patrono San Vincenzo, il 5 Aprile e per Pasqua. Ricordo che quando arrivavo a casa della nonna, nella penombra del salotto, sui tavoli, sui divani e un po’ ovunque si trovavano una ventina di queste torte che con il loro profumino innondavano l’intera casa. Era uno di quei profumi che persisteva per giorni, anche quando le torte erano ormai finite e l’estate faceva capolino tra gli alberi.

Era usanza, mi raccontava sempre mia nonna, che durante i giorni di festa del patrono la gente del paese si facesse visita e durante ogni visita veniva offerta una fetta di torta di pepe e un bicchiere di vino rosso. Era anche un modo per aiutare le famiglie meno abbienti, poichè in quei giorni ci si rifocillava senza dover chiedere, senza aver la sensazione di elemosinare. La tradizione è andata persa nel tempo ed ora è possibile trovare la torta di pepe tutto l’anno. Essendo una ricetta di un tempo non è assolutamente veloce… ma la bontà vale la fatica!

Chi di voi decidesse di visitare Camaiore deve assolutamente provarne una fetta che potete trovare nelle pizzerie a taglio del centro città. fate attenzione che viene chiamata anche torta con i becchi, per la bizzarra forma a punta del guscio di pasta. Una piccola variante prevede l’uso della cannella, io non la uso, come non la usava la nonna, tuttavia è facile trovare la versione con suddetta spezia… per cui informatevi della versione che state per acquistare!

A Lucca invece esiste una versione simile alla torta con i pizzi, detta torta con gli erbi lucchese, ma è una versione dolce con uvetta e pinoli. L’ho sentita ad una sagra, ma non faceva decisamente per me, meglio questa torta di riso di Camaiore!

Qualche tempo fa mi raccontò una utente del blog che dalle sue parti, e lei abita sulle montagne tra Camaiore e Lucca, ne fanno una versione mista dolce salata, purtroppo non sono mai riuscita ad assaggiarla, ma non mi arrendo!

Torta di pepe Camaiore, torta con i pizzi

La ricetta della torta di pepe come la facciamo in famiglia. Essendo una ricetta a carattere familiare ne esistono molte versioni, chi ci mette del pane, chi il prezzemolo. In ogni caso la ricetta è una di quelle da provare almeno una volta nella vita.

Ingredienti

Per la pasta 
farina 00 g 400
2 uova
acqua mezzo bicchiere
sale q.b.
olio 3 chucchiai

Fare la fontana di farina e mettere al centro un po’ d’acqua, iniziare ad impastare ed aggiungere olio e sale, impastare bene se serve aggiungere ancora un po’ d’acqua fino ad ottenere una palla di impasto consistente, elastico e che si stacchi dalle mani. Ammetto che ultimamente uso il Bimby cosa che rende la preparazione molto più veloce!

Il ripieno per la torta coi pizzi sarebbe meglio prepararlo almeno con un paio di ore d’anticipo se non il giorno prima, in maniera che si raffreddi.

Ingredienti per il ripieno

riso a chicchi piccoli tipo Roma g 200
ricotta di pecora g 300
parmigiano grattugiato g 130
pecorino Romano grattugiato g 100
2 uova
100 g di bieta lessata e strizzata (bietola)
sale q.b.
pepe 3 cucchiai
noce moscata (facoltativo)

Lessare il riso in un misto di latte e acqua salata, nel frattempo sbattere le uova ed unire la ricotta, i formaggi grattugiati, la bieta lessa e un paio di cucchiai d’olio. A questo punto amalgamare bene il riso al resto degli ingredienti, non deve risultare ne appallottolato nè una brodaglia. Regolare di sale, pepe, e noce moscata. Lasciare ben raffreddare.

Come fare i pizzi della torta di pepe: stendere la pasta in una teglia rotonda lasciandola uscire dai bordi, versare all’interno il composto stendendolo con un cucchiaio. Arriva ora la parte difficile: ritagliare i bordi della basta lungo quelli della teglia. Avrete un bordo alto che dovrete tagliare con un coltello in senso perpendicolare al fondo della teglia in maniera da ottenere dei rettangoli di base 2 cm circa. Prendete l’angolo in alto a destra e portatelo verso il centro del rettangolino e poi ripetete l’operazione con il sinistro… otterrete così una sorta di triangolino che è il “pizzo” da cui prende il nome la torta! Ripetete per tutti i triangoli. Vi metto anche un video esplicativo così potete vedere come fare i pizzi!

Infornare a 200° per 45 minuti, ma meglio controllarla quando è brunita e si sente un bel profumino è segno che è cotta.

1 Commento su Torta di pepe di Camaiore

  1. La conosco, è buonissima!

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.