Gnocchi di zucca al tartufo nero

gnocchi di zucca al tartufo nero

Gnocchi di zucca al tartufo, un primo piatto dal sapore avvolgente, con gnocchi rigorosamente preparati a mano, una cremosa salsina al parmigiano e scaglie di tartufo nero.

Bisogna anche sapersi trattare bene, il tartufo è per me il sapersi trattare bene. C’è a chi non piace, io invece trovo che abbia un gusto ed un profumo davvero unico e particolare. Qui è abbinato ad un qualcosa di semplice, degli gnocchi di zucca rigorosamente handmade con amore e pazienza a dirla tutta.

Per ottenere gnocchi di zucca al tartufo cremosi scegliete burro di qualità e parmigiano grattugiato non troppo stagionato: mantecate brevemente gli gnocchi in padella appena prima di servirli in modo da ottenere un primo prelibato in cui il profumo del tartufo si sposi  al parmigiano.

Se siete amanti del profumo del tartufo non accontentavi! Ecco una guida sui vari tipi di tartufo “I vari tipi di tartufo

Ingredienti per 4 persone

600 g di zucca cotta (1 kg cruda circa)
200 g di patate cotte
1 uovo
300 g di farina 00
sale qb

Parmigiano 100 g
Burro 60 g
Tartufo a scaglie qb

Fondamentale per la preparazione di questi gnocchi è la cottura della zucca e delle patate, poiché se li facessimo bolliti rischierebbero di essere troppo acquosi optate quindi per la cottura al microonde o la cottura al forno, se proprio siete contrarie al microonde e avete il forno rotto (e ci sta benissimo) allora potete cuocere le verdure al vapore.

In una ciotola di vetro tagliate a pezzetti la zucca, aggiungere un cucchiaio d’acqua, coprite con pellicola per alimenti e mettete a cuocere nel microonde per 8 minuti, alla massima potenza rimescolando la zucca dopo 4 minuti.

Ripetete il procedimento con le patate: tagliatele a pezzetti in una ciotola, aggiungere un cucchiaio d’acqua, coprite e lasciate cuocere al microonde per 4 minuti. Se preferite la cottura al forno, fate cuocere a 200° C in forno statico per 20 minuti, o a 190° C in forno ventilato per lo stesso tempo, sempre tagliando le verdure a pezzetti.

Una volta cotti schiacciate bene con una forchetta sia la zucca che le patate, o se lo avete usate uno schiacciapatate… assolutamente non usate il frullatore. Prendete l’impasto, versatelo sul piano di lavoro, allargandolo bene e lasciatelo freddare bene, poi mettete al centro l’uovo, un pizzico di sale e un pizzico di polvere di tartufo estivo.

Mescolate bene tutto con una forchetta e cominciate ad aggiungere la farina un po’ alla volta, dovrete usare la farina necessaria per avere un impasto non appiccicoso, ma morbido, altrimenti avrete sassi e non gnocchi! Impastate quindi con le mani, incorporando via via la farina (ve ne serviranno circa 220 g, ma abbiatene di più a disposizione che molto dipende dalla varietà di zucca usata).

Ottenuto un impasto morbido, infarinate il piano di lavoro e stendete l’impasto con un mattarello, dello spessore di un paio di centimetri, tagliate delle strisce e arrotolatole per formare dei cilindri, aiutatevi con un po’ di semola o farina se necessario. Tagliate i cilindri in pezzetti della lunghezza di un paio di cm, nel frattempo mettete a bollire l’acqua con un cucchiaio di sale grosso.

Preparate un condimento a base di burro sciolto e parmigiano grattugiato, potete usare anche un cucchiaio o due di acqua di cottura per creare la salsina. Buttate gli gnocchi e quando vengono a galla scolateli, mantecateli con la salsa al parmigiano e trasferite nei piatti aggiungendo scaglie di tartufo.

E’ uno dei miei piatti preferiti 🙂

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*