Focaccia rustica

Focaccia rustica

Focaccia rustica, preparata con un mix di farine per un sapore d’altri tempi, come la storia che vi presento oggi per la rubrica Un libro, un film, una ricetta.

Il libro prescelto è Il rifugio dei cuori solitari di Lucy Dillon, autrice di cui vi ho già parlato in questo post. Oggi vi presento un altro suo libro, abbinato con un piatto tanto semplice quanto buono, la focaccia rustica.

Rachel, seduta davanti ad una antica scrivania di rovere, ascolta distrattamente il borbottio dell’anziano notaio che sta sbrigando le ultime formalità testamentarie, lo sguardo, perplesso, è fisso sulla sua eredità: un muso piegato di lato e pieno di comprensione, due enormi occhi color ghiaccio, il border collie dell’eccentrica zia Dot che, morendo, ha deciso di lasciare alla nipote una grande tenuta in campagna, rifugio per cani abbandonati e soprattutto Gem, l’amico prediletto.

Rachel non è certo un tipo da cani e la sua sofisticata e mondana vita a Londra non l’ha preparata al faticoso lavoro in campagna.
Tuttavia Rachel è ad un punto cruciale della sua vita: ha appena perso il lavoro e chiuso una storia di 10 anni con un uomo sposato.
Così non le rimane che cogliere l’occasione. Nel paesino dove si conoscono tutti, Rachel farà la conoscenza del burbero veterinario George, dell’amica Megan, della coppia Natalie e Johnny e il loro irruente basset hound Bertie, del medico Bill con la sua barboncina Lulu, della neo-divorziata Zoe, con al seguito figli e cucciolo di labrador Toffee. Tutti i cani sono abilmente descritti nelle loro peculiarità e sembra davvero che escano dalle pagine, guardandoti con i loro occhi dolci, intelligenti, sempre fiduciosi nonostante l’abbandono, di cui non si capacitano ma che non ha scalfito la loro volontà di amare l’uomo.

L’inizio è un po’ lento ma già dopo poche pagine si impenna trascinando il lettore nel cuore delle vicende del rifugio dei cani. Via via ci si immedesima sempre di più con la protagonista che si fa coinvolgere dai problemi del canile e dalle vite degli altri personaggi, diventando molto umana. Non tutti i personaggi sono ben delineati ed a tratti il libro torna ad essere lento, ma la simpatia dei cagnolini del rifugio vi conquisterà!

Cercate un film da vedere? Susy ci presenta oggi In the heart of the sea accompagnato da bruschetta integrale con carpaccio di baccalà e valeriana, non perdetevelo!

Ricetta focaccia rustica:

400 g farina 1
100 g semola rimacinata
350 g circa di acqua tiepida
100 g di pasta madre rinfrescata la sera prima
olio extra vergine q.b.
sale

Focaccia rusticaSciogliere il lievito in circa metà acqua ed aspettare quindici minuti circa. Dotatevi di una bella spianatoia ed impastate le farine con l’acqua rimanente e la pasta madre.

Impastate energicamente per almeno 10 minuti fino ad ottenere una pasta liscia ed elastica, leggermente tiepida. Lasciatela lievitare coperta fino al raddoppio del volume, ci vorranno circa 4 ore.

Trascorse le quattro ore, impastatela di nuovo e trasferitela sulla placca da forno, stendendola con le mani, stendetela delicatamente, tirandola fino ai bordi. Una volta stesa lasciatela lievitare di nuovo per un paio d’ore.

Prima di infornarla praticate in alcuni punti una pressione con i polpastrelli delle dita, mettete a cuocere in forno già caldo a 200° per circa 30-35 minuti. Appena sfornata cospargete di olio extra vergine e sale. Servire la focaccia rustica tiepida.

1 Commento su Focaccia rustica

  1. Se ti va sarei felicissima se donassi questa ricetta alla raccolta di Panissimo che questo mese è ospitato dal mio blog. Ti lascio il link e ti aspetto con gioia 🙂
    http://ibiscottidellazia.blogspot.it/2016/05/panissimo-41-pane-arrotolato-agli-aromi.html
    Buona settimana <3<3<3

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.