Risotto ai finferli

Risotto ai finferli

Per #seguilestagioni di settembre vi presento una varietà di funghi tardo estiva, i finferli o galletti o gallinacci in un ottimo quanto semplice risotto ai finferli.

Il risotto ai finferli è un piatto della nostra tradizione, uno di quei piatti che sulle nostre tavole fa sempre la sua figura, il risotto ai galletti è abbastanza semplice da preparare, basta seguire poche semplici regole per avere un risotto perfetto.

E’ dunque molto importante sia la scelta dei funghi che quella del tipo di riso, poichè ci sono tipi di riso sicuramente indicati per i risotti ed altri molto meno adatti!

Per preparare un buon risotto ai finferli controllate la freschezza dei funghi, devono essere compatti, non cedevoli, con un profumo intenso, ma non pungente, il colore deve essere giallo, brillante, con gambo sodo.

Nel mio caso ho scelto i finferli, nome usato al Nord per il Cantharellus Cibarius, in Toscana invece lo chiamiamo galletto o gallinaccio, ma poichè metà di me è trentina ed per me si chiamano finferli.

Sapete come facevano gli antichi a conoscere i funghi?

Di generazione in generazione si tramandavano le indicazioni riguardanti i funghi edibili… potete capire come in molti non sopravvivessero all’assaggio, mentre dove vigeva lo schiavismo di solito era lo schiavo ad assaggiare per primo.

A qualcuno venne poi in mente di sottoporre i funghi ad alcune prove per sapere se fossero velenosi o meno:

  • Prova del cucchiaio d’argento: se un cucchiaio d’argento immerso tra i funghi scurisce allora sono velenosi.
  • Prova dell’aglio: se un aglio tra i funghi diventa scuro allora non sono edibili.
  • Prova del gatto: se un gatto sta bene dopo aver assaggiato i funghi allora questi sono buoni.

Non so voi, ma se provo a dare un fungo ai miei gatti, questi se ne vanno sdegnati… mi domando da dove provenga questa ultima prova.

In ogni caso se cercate i funghi da voi, se non siete sicuri… lasciateli dove li avete trovati o portateli a controllare alle asl.

Per quanto riguarda la zona fiorentina a questa pagina potete trovare gli indirizzi Asl dove effettuano i controlli: Asl Firenze controllo funghi. Meglio un controllo in più che doversene pentire poi.

Una volta che avrete i vostri galletti potrete preparare la ricetta del risotto ai finferli come riportato sotto. Ovviamente la ricetta è applicabile anche ad altre varietà di funghi!

Ingredienti per 4 persone:

320 g di riso Arborio
200 g di finferli, galletti o gallinacci
due spicchio d’aglio
1 lt di brodo vegetale caldo
20 g di burro
olio EVO q.b.
2 cucchiaini di aglio e prezzemolo tritati
sale q.b

Prima di cominciare tenete presente che l’acqua non è amica dei funghi, quindi vanno puliti con pennellini, coltelli e un panno umido.

Rimuovete con un coltellino eventuali residui di terra dai gambi, poi passate il pennellino delicatamente su tutta la superficie, insistendo nelle scanalature fibrose che ricoprono il cappello. Infine passateli con un panno leggermente inumidito. Tagliate i finferli più grandi in quattro pezzi, quelli più piccoli in due.

Tagliare a pezzetti l’aglio e mettetelo a soffriggere con l’olio in una padella abbastanza grossa e lasciatelo imbiondire. Aggiungete i funghi per circa 10 minuti a fuoco medio. Aggiungere il riso e lasciarlo tostare per qualche minuto.

Portate a cottura il riso aggiungendo via via il brodo bollente e mescolate di tanto in tanto affinché non attacchi per evitare questo consiglio l’uso di una pentola con un bel fondo spesso.

A cottura ultimata aggiungere il burro e il trito di aglio e prezzemolo, mantecare per un paio di minuti e servire il risotto ai galletti con una spruzzata di grana grattugiato.

Vi lascio la lista della spesa #seguilestagioni di settembre:

lista della spesa di settembre

e la lista dei blog partecipanti, su ognuno dei quali troverete una ricetta a tema! Venite a visitare la nostra pagina su facebook!

Lisa Verrastro – Lismary’s Cottage
Alisa Secchi – Alisa design,sew and Shabby Chic
Enrica Coccola – Coccola Time
Beatrice Rossi – Beatitudini in cucina

Sisty Consu – I biscotti della zia
Miria Onesta – Due amiche in cucina
Maria Martino – La mia casa nel vento
Anna Marangella – Ultimissime dal forno
Susy May– Coscina di pollo

Ely Valsecchi – Nella cucina di Ely
Francesca Lentis – Crudo e cotto
Monica Costa- Fotocibiamo
Ilaria Lussana Biologa nutrizionista
Ilaria Talimani – Soffici

3 Commenti su Risotto ai finferli

  1. Anche da noi a Genova li chiamiamo galletti…non ne ho mai trovati però abbastanza per poter fare un risotto monospecie. Dev’essere buonissimo, i galletti sono delicati…mi hai fatto venir voglia!!!

    Un abbraccio
    monica

  2. Non sono mai riuscita ad assaggiarli questi funghi e non sai che gola mi faccia il tuo risotto! Ottima proposta Bea <3

  3. io i finferli li adoro (come tutti i funghi del resto!) e che dire?! Che un bel piatto di questa bontà me lo gusterei anche adesso 😉
    Buona serata

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*