Ricetta originale del ragù toscano

ricetta originale ragù toscano, sugo di carne toscano

La ricetta originale del ragù toscano, è preparata con un mix di carne macinata di manzo, maiale e salsiccia ed una lenta cottura come lo facevano i nonni. 

Il termine ragù viene utilizzato per indicare un sugo a base di carne cotta per molte ore a fuoco basso. Il sugo di carne è di origine Romagnola composto da numerosi ingredienti che variano a seconda delle regioni. Oggi vi presento la ricetta originale del ragù toscano, preparato secondo la ricetta originale di Chef C.

In Toscana in generale ed a Firenze in particolare il ragù lo facciamo a modo nostro, che non è meglio o peggio di altre regioni italiane, ma solo diverso. Cosa rende il ragù toscano così speciale? L’uso delle nostre salsicce, così saporite e profumate che donano al ragù quel tocco in più.

Le famiglie contadine di un tempo al posto delle salsicce usavano i fegatini di pollo, ottenendo un ragù toscano più verace, un sapore quasi dimenticato, ma che se volete riscoprire vi consiglio assolutamente di provare.

Il segreto del sugo di carne toscano è anche la sua lenta cottura, una cottura fatta a fiamma dolce per ore, fino a quando il pomodoro non ritira quasi del tutto. Qualcuno al posto dei pelati usa la conserva, un paio di cucchiai sciolti in una tazza d’acqua. Viene un ragù ancora più sodo, più denso e vi confesso che adoro mangiarlo con delle belle fette di pane casereccio, è un po’ il sapore dalla mia infanzia, delle domeniche coi nonni, passate intorno al focolare con l’incanto tipico dei bambini.

Ricetta originale del ragù toscano:

2 carote
1 cipolla rossa grossa o 2 medie
1 costa di sedano
2 spicchi d’aglio
600 g di manzo macinato
400 g di maiale macinato
200 g di fegatini di pollo o 3 salsicce
3 foglie di alloro (o rosmarino)
3 bicchieri di vino rosso toscano
1 Kg di pomodori pelati
Sale, pepe,
Olio qb
Lavare gli odori e togliere i fili al sedano. Tritare le verdure in un mixer insieme alle cipolle e all’aglio. Tradizione vorrebbe che il battuto venga fatto a mano, dipende dal tempo a disposizione. In una pentola capiente dal fondo pesante mettete a soffriggere gli odori con  l’olio e lasciatele soffriggere bene a fuoco medio. Mescolate le macinate con i fegatini o le salsicce private delle pelli e aggiungetele al soffritto a piccole manciate cuocendolo a fuoco alto.

Mescolate affinchè non attacchi al fondo e continuate fino a quando il macinato non sarà bello rosolato. La rosolatura è fondamentale, deve essere bello brunito o rischiate di avere un ragù rilessito! Aggiungere ora il vino poco per volta e lasciarlo evaporare. Salare e pepare. Quando il vino sarà ritirato aggiungere i pelati frullati grossolanamente versandone un po’alla volta. Sciacquare i barattoli con poca acqua e aggiungere questo “pomodoro diluito” al ragù. Aggiungete l’alloro.

Lasciate cuocere per ¾ d’ora a fuoco medio lasciando scoperta la pentola per far ritirare il ragù, poi spostate la pentola sul fornello più piccolo e cuocete coperto per almeno 2 ore a fuoco basso.

Con il sugo di carne in Toscana condiamo moltissimi tipi di pasta, ravioli, tordelli (come quelli in foto), spaghetti, maccheroni ed anche il riso.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.