Pasta per pizza Bimby

pasta per pizza bimby

Oggi vi spiego non tanto come preparare la pasta per pizza Bimby, ma soprattutto alcuni accorgimenti per la lievitazione, per stesura e cottura. Non basta saper fare un buon impasto per la pizza, bisogna saperlo trasformare in una pizza!

Con Bimby è possibile preparare velocemente una pasta per pizza Bimby non solo buona, ma anche con poca fatica poichè se saper preparare una buona pizza è un’arte, non tutti hanno quest’arte innata, nemmeno i pizzaioli di professione! E quando si decide di imparare a farlo, soprattutto in Italia, non si può fare a meno di farlo alla perfezione.

Per preparare una buona pasta per pizza Bimby ci vuole un po’ d’esperienza, perchè se Bimby vi fa l’impasto per pizza buono, tocca a voi saperlo stendere e cuocere alla perfezione e per quello ci vuole un po’ di pratica.

Per ottenere una buona pasta per pizza Bimby ci vogliono buoni ingredienti. Primo fra tutti la farina. E non diciamo solo farina, perchè se siete appassionate sapete che dietro il termine farina si cela un mondo, un mondo fatto di forza (w), di tempo e di quantità di lievito. Il giusto rapporto tra questi tre fattori vi porterà ad un buon risultato o meno.

Ma andiamo per gradi. La pasta per pizza Bimby che vi presento oggi è quella proprio da principianti, per quelli che -stasera voglio fare la pizza senza tanti ingrullimenti-.

Non comprate MAI le farine già pronte con il lievito. Avrete un risultato sufficiente, ma totalmente insapore, poichè fidatevi che un buon lievito unito ad una buona farina renderanno profumatissima la vostra base per la pizza. Se non siete pratiche delle varie tipologie di farine prendete farina 0 o 1, si trovano comunemente in qualsiasi supermercato.

Vediamo ora come preparare la pasta per pizza Bimby:

Ingredienti

– 600 g Farina tipo 0
– 320 g Acqua
– 40 g Olio d’Oliva
– 1 Cubetto di Lievito (da 25 gr)
– 10 g Zucchero
– 10 g Sale

Inserisci nel boccale l’acqua, l’olio, lo zucchero, il lievito. 5 Sec. Vel.3. Aggiungi la farina, 3 Min. Vel. Spiga, quando comincia ad incordare, cioè vedrai un impasto resistente che tende ad allungarsi più che a rompersi in due, aggiungere il sale e lasciar impastare a vel. Spiga per ancora 1 minuto o due.

Metti l’impasto in una ciotola un po’ capiente, copri con uno strofinaccio e lascia lievitare per diverse ore nel forno con la luce accesa, l’impasto deve raddoppiare il proprio volume e ciò dipende da temperatura ed umidità dell’aria.

Una volta pronto stendi l’impasto a mano, cercando di tirarlo senza sgonfiarlo. Ci vuole un po’ di pazienza, ma solo in questa maniera eviterete di perdere l’aria che si produce durante la lievitazione e che rende l’impasto alveolato. Una volta steso lascia lievitare un’altra oretta. Trascorso questo tempo inforna a 250°C per circa 5 minuti, poi estrai la pizza, condiscila e continua la cottura per circa 15-20 minuti.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.