Muffin ai mirtilli

muffin ai mirtilli

Muffin ai mirtilli, ricetta americana ormai diffusissima in l’abbinamento con il libro La verità  di Amelia. Buoni, soffici e profumatissimi.

Muffin ai mirtilli per la rubrica Un libro, un film, una ricetta. Sono uno di quei classici che non avevo mai preparato… e me ne pento, mentre cuocevano hanno emanato un profumo talmente delizioso che non ho resistito ed appena sfornati me ne sono assaggiata uno!

La ricetta di questi muffin ai mirtilli è quella tradizionale, con burro, uova e zucchero. Vuoi fare degli ottimi muffin ai mirtilli senza burro? Nessun problema, nella ricetta trovi la dose di olio per prepararli senza burro!

Trama: «Non è da lei». Kate Baron ripensa incredula alla telefonata che l’ha costretta a lasciare una riunione decisiva per la sua carriera: dopo essere stata scoperta a copiare, sua figlia Amelia è stata sospesa con effetto immediato dal preside. «Non è da lei», continua a ripetersi Kate, finchè non si trova davanti a una scena sconvolgente. L’ingresso della scuola è bloccato da un cordone di agenti di polizia. E la causa è proprio sua figlia. Per la vergogna, Amelia si è suicidata, lanciandosi dal tetto dell’edificio. Kate si chiude in un bozzolo di dolore e sensi di colpa, ma alcuni giorni dopo riceve un inquietante SMS anonimo: «Amelia non si è buttata». Cosa significa? Kate deve raccogliere le forze e scandagliare la vita della figlia, una vita segnata da ombre e segreti di cui lei neppure sospettava l’esistenza. E, a poco a poco, una domanda inizia a tormentarla. Chi era veramente Amelia?

Ho adorato questo thriller psicologico che indaga sui problemi degli adolescenti di oggi e sul rapporto madre-figlia. Da un lato abbiamo Kate, donna in carriera che ha allevato da sola la figlia quindicenne Amelia, dall’altro Amelia, una ragazza tranquilla, ma che nasconde un segreto a tutti. A Kate crolla il mondo addosso quando viene a sapere che la figlia si è suicidata, ma non crede all’ipotesi  del suicidio, per cui affianca il detective nelle indagini venendo a scoprire molti segreti che sua figlia custodiva gelosamente. A rendere ancora più avvincente il racconto è lo sviluppo su due piani temporali differenti, prima della morte di Amelia, in cui Amelia è personaggio principale, e dopo la morte di Amelia, con le indagini ed emozioni di Kate. Inoltre si trovano nel libro anche parti di conversazioni via chat o sms, o post su Facebook, cosa che rende il libro molto attuale e realistico. E’ un libro che consiglio sia per i temi trattati, che per la struttura narrativa del testo così avvincente, me lo sono divorato in ventiquattr’ore!

Amelia e la sua amica del cuore, un pomeriggio, poco prima della sua morte, si ritrovano in una caffetteria, dove entrambe prendono dei muffin, i caratteristici blueberry muffin o muffin ai mirtilli che dir si voglia.

muffin ai mirtilli

Oggi vi propongo quindi la ricetta dei muffin ai mirtilli, che potrete comodamente gustare con una bella tazza di tè nero, magari proprio mentre starete leggendo La verità  di Amelia.

E dopo la mia recensione non perdetevi la recensione di Coscina di Pollo che ha preparato per noi la zuppa indiana al pomodoro!

Ricetta muffin ai mirtilli:

250 g di farina 00
80 g di zucchero
100 g di burro / 70 g di olio di semi
vanillina
2 uova
1 cucchiaino di lievito in polvere
100 ml di latte
150 g di mirtilli freschi
scaglie di mandorle

Mettete a sciogliere il burro e lasciatelo freddare. Sbattete le uova con una frusta a mano, aggiungere il latte e il burro, mescolando. Setacciate la farina con il lievito ed aggiungetela all’impasto liquido. Impastate con cura lasciando che gli ingredienti si mescolino tra di loro e controllate che non si formino grumi! Da ultimo aggiungete i mirtilli leggermente infarinati. Mettete il composto negli stampi da muffin, aggiungere in superficie le lamelle di mandorle ed infornate per circa 20 minuti a 170°C. Lasciate freddare il forno leggermente prima sfornare.

Se preferite preparare i muffin ai mirtilli con olio vi basta sostituire nel procedimento il burro con la quantità di olio indicata. Ovviamente non dovete scioglierlo!

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.