Girelle all’uvetta

girelle all'uvetta

Girelle all’uvetta, un classico della colazione conosciuta a Firenze anche come Pappatacio,  una brioche a forma di girella con l’uvetta e la marmellata o crema.

quando hai paura di qualcosa, ma la fai comunque, quello è coraggio.-

Oggi voglio aprire con questa frase tratta dal libro Coraline di Neil Gaiman, una frase che invita ad avere coraggio nei momenti bui, perchè diventeranno davvero bui nell’istante in cui anche l’ultima fiamma di speranza sarà  persa… per cui cerchiamo di avere coraggio.

Coraline è una bambina vivace e curiosa che si è da poco trasferita con i genitori in una vecchia casa divisa in vari appartamenti.

Annoiata dalla routine di tutti i giorni, gioca spesso all’esploratrice in giardino o s’intrattiene con i suoi vicini di casa, Miss Forcible e Miss Spink, due anziane attrici di teatro che parlano solo dei bei tempi passati e le offrono dolcetti all’uvetta e tè, e con il signore del terzo piano che ha un circo di topi ballerini.

La casa ha 13 porte più una che si rivela essere chiusa da un muro di mattoni, ma durante le sue esplorazioni Coraline che il muro è scomparso e che al di là  della porta c’è un appartamento identico al suo, con un’altra madre e un altro padre simili ai suoi genitori ma al posto degli occhi hanno dei grandi bottoni neri.

girelle all'uvettaAltri genitori affettuosi e pieni di attenzioni con Coraline, che viene spesso trascurata dai suoi veri genitori, e le chiedono di andare a vivere con loro basta che si faccia cucire i bottoni al posto degli occhi… tanto non fa male le assicura l’altra madre.

Un libro per bambini, forse, forse no, anche per adulti. Un libro dove si impara a stare attenti a ciò che si desidera e che ciò che sembra perfetto non necessariamente lo è.

Un libro da leggere assolutamente, accompagnatelo con un buon tè ed una girella all’uvetta come Coraline!

E non dimenticatevi di passare da Susy che vi delizierà  con le sue madeleines abbinate al film 2 giorni 1 notte.

Ricetta girelle all’uvetta:

500 g di pasta pan brioche
marmellata di pesche q.b.
uvetta sultanina 60 g

Mettete a rinvivire l’uva sultanina in acqua calda. E’ un passaggio fondamentale o ricuocendo in forno diventerà  troppo secchiccia per essere gustata. Quando sarà  rinvivita ponetela ad asciugare su un canovaccio.

Dividete l’impasto in due parti uguali e stendetelo in una sfoglia di forma rettangolare altra 4 mm. Spalmate sulla superficie la marmellata, facendo attenzione a ricoprire bene l’intera sfoglia aggiungere un cucchiaio di uva sultanina, arrotolatela su se stessa e mettetela a riposare almeno una mezz’ora in frigo. Ripetete per la seconda parte di impasto. Trascorsa mezz’ora almeno prendete i vostri rotoli e tagliate delle rondelle spesse circa 1.5 cm. Mettetele su una teglia da forno ricoperta dall’apposita carta e lasciate lievitare fino al raddoppio del volume. Spennellate la superficie con del latte e coprite con l’uvetta rimasta. Cuocere a 180°C per 20-25 minuti.

Sfornate le girelle all’uvetta e mettetele a raffreddare su una griglia, diventeranno la vostra colazione preferita!

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.