Menù di mare per il Palagiaccio

Latti da mangiare menù di mare

Un menù a base di scampi, alici, formaggio e fiori di zucca per il mio menù di mare per il Palagiaccio.

Per il terzo anno consecutivo ho avuto la possibilità di partecipare al contest promosso dalla Storica Fattoria il Palagiaccio. Questo anno la sfida è stata particolarmente divertente, dovendo scegliere tra due combinazioni, che poi sono ingredienti che rappresentano la nostra bella Toscana.

Da una parte abbiamo la zona collinare e montuosa, come le verdeggianti montagne di Mugello e Casentino, dalla altra abbiamo una costa dalle sabbie dorate bagnata da mar Ligure e Tirreno, così si è presentata questa sfida, mare o bosco? Ed io che ammiro la terra dove le Apuane cedono veloce il passo al mare, con le mie ricette voglio raccontarvi storie di pescatori, pastori e contadini, degli incontri nati nei giorni di fiera, quando i frutti del mare e della terra arrivavano sul nostro desco.

Per me dunque menù mare, una bella sfida contraria al senso comune, che non vuole pesce e formaggio uniti in un unico piatto, sfida che per me è stata molto divertente, andando per tentativi per trovare un giusto equilibrio di sapori e consistenze. Un incontrarsi di sapori che “scoppiano” nel palato.

“Queste gioie violente hanno violenta fine, muoiono nel loro trionfo come il fuoco e la polvere che si distruggono al primo bacio.”

Con queste parole di Shakespeare vi descrivo i miei piatti, uno scoppio di sapori e consistenze al primo morso che svaniscono lasciando al palato la voglia di un altro bacio. Dolce, piccante, fresco, pungente uno scoppio di sapori per questo menù reso possibile grazie alla Storica Fattoria il Palagiaccio ed ai suoi formaggi.

Ravioli agli scampi e Fior di MugelloRavioli zafferano e scampi su fonduta di Fior di Mugello

100 g di farina di grano duro senatore cappelli

100 g di farina 00

2 uova

4 g di zafferano

500 g di scampi

15 fili di erba cipollina

1/2 peperoncino di Soverato fresco*

Pepe rosa q.b.

Mandorle q.b

200 g di Fior di Mugello

100 ml di Panna fresca

Olio

Sale

Preparate la pasta mescolando le due farine, lo zafferano, le uova ed un cucchiaio d’acqua. Impastate fino a quando otterrete un impasto liscio ed omogeneo, formate una palla, coprite e lasciate riposare una mezz’ora. Nel frattempo sgusciate gli scampi estraendo la polpa interna ed eliminate il filamento interno, tagliateli grossolanamente a coltello e conditeli con 10 fili di erba cipollina, un goccio d’olio, peperoncino tritato a coltello, sale e pepe rosa macinato. Dividete la pasta in due e stendere due sfoglie di ugual spessore. Su una adagiate gli scampi, circa un cucchiaino ogni 2 cm, coprite con l’altra sfoglia, sigillate bene intorno il ripieno e ritagliate i ravioli. Mettete a bollire abbondante acqua salata. Tagliare a tocchetti il Fior di Mugello e mettetelo a sciogliere a fuoco lento insieme alla panna. Lessate i ravioli ed impattare facendo colare la fonduta di Fior di Mugello sul fondo del piatto, adagiarvi i ravioli e completate con scaglie di mandorle tostate, erba cipollina e grani di pepe rosa.

* mediamente piccante è conosciuto come peperoncino calabrese. Usatelo fresco, poichè i peperoncini freschi, oltre ad aggiungere una nota di piccante aggiungono anche un po’ di sapore rispetto a quelli essiccati.

Fiori di zucca con gran mugello e alici

Fiori di zucca fritti con alici e Gran Mugello

8 fiori di zucca

100 g di Gran Mugello

8 filetti di alici sottosale

2 uova

Panko**

La buccia grattugiata di un limone bio

Pulite i fiori di zucca eliminando l’interno, lavateli con un panno umido ed asciugateli accuratamente. Farcite ogni fiore di zucca con una fettina di Gran Mugello ed un filetto d’accusa. In una ciotola sbattete leggermente le uova, mescolate il Panko con la buccia grattugiata di limone. Passate i fiori di zucca nell’uovo sbattuto, poi nell’impanatura, facendo attenzione a sigillare i bordi del fiore. Friggere in olio bollente fino a che non saranno dorati. Scolateli adagiandoli su carta assorbente e servite. In alternativa potete cuocerli in forno a 180° C per circa 15 minuti, adagiandoli su carta da forno inumidita e leggermente unta, rigirandoli a circa metà cottura. Servire caldi.

**Il panko è un’impanatura a fiocchi molto leggera e croccante che tende a gonfiarsi. tipica della cucina giapponese. Niente pastella, provateli con il panko! Lo potete trovare nei negozi di specialità etniche.

1 Commento su Menù di mare per il Palagiaccio

  1. Non sai come sarei curiosa di fare l’assaggio! queste ricetta sono arte pura, complimenti!

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.