Crostini di fegatini toscani ricetta originale

Crostini di fegatini toscani

I crostini di fegatini di pollo come li facciamo in Toscana, seguendo una vecchia ricetta di famiglia proveniente dal libro dell’Artusi, ma con qualche tocco personale. 

Non c’è festa in Toscana che cominci senza i crostini di fegatini, sia Natale, Pasqua od un semplice compleanno. Oggi si ricomincia con la ricetta originale dei crostini toscani, quella verace e senza tanti fronzoli.

La vita ogni tanto ti mette uno stop, di quelli pesanti, tocca sedersi e riflettere. Rifletti per capire come proseguire e spesso per proseguire devi tornare alle origini, quelle fatte di domeniche in famiglia, quando nella cucina della nonna le patate sfrigolavano in padella ed il ragù bolliva dalla sera precedente, con il gatto acciambellato davanti il fuoco del camino.

I crostini di fegatini toscani racchiudono in un morso centinaia di domeniche, di feste, di tempi spensierati. Come si preparano i crostini di fegatini? Con cipolla, vino e acciughine, fette di pane toscano abbrustolite e bagnate nel brodo. Un bicchiere di vino rosso e una allegra compagnia completano la ricetta.

Per la ricetta dei crostini di fegatini secondo l’Artusi si usa il burro, non sono rare le ricette in cui viene usato burro al posto dell’olio, io vi posto la ricetta con l’olio, ma sentitevi liberi di provare anche la ricetta con il burro e vi assicuro che il sapore cambia e non poco, ma sono egualmente buoni.

Volete sapere come in viene servito l’antipasto toscano? In genere su un tagliere ricco di salumi come prosciutto, finocchiona, salame, lardo, formaggi e crostini con patè di fegatini di pollo. I crostini sono immancabili nei nostri antipasti!

Ingredienti:

300 grammi di fegatini di pollo
mezza cipolla
mezzo bicchiere di vino bianco
2-3 foglie di salvia
3 o 4 filetti di acciuga
4 cucchiai olio d’oliva
brodo
sale
pane toscano

Pulite ed affettate finemente una cipolla e mettetela ad imbiondire con l’olio (o con il burro) e la salvia, poi aggiungete i fegatini e lasciateli rosolare fino a quando saranno leggermente abbrustoliti, sfumate con il vino e lasciate evaporare. Aggiungere i filetti d’acciuga, lasciate cuocere ancora un paio di minuti e trasferite il composto in un mixer. Frullate fino ad ottenere un composto fine. Rimettete il patè di fegatini nel tegamino che avete usato per la cottura, aggiungere un paio di cucchiai di brodo, aggiustare di sale e pepe, scaldare leggermente e spalmare sul pane precedentemente abbrustolito.

Crostini di fegatini toscani

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*