Visitare il Lago di Bolsena

Lago di Bolsena
Condividi se ti è piaciuto

Lago di Bolsena: cosa fare, vedere, visitare,consigli di viaggio in un itinerario tra borghi storici e natura nel Lazio.

Quando capita un week end lungo scappo dalla rovente Firenze e mi dedico un rilassante week end sul Lago di Bolsena. Ogni volta questo lago è una sorpresa, un’esplosione d’azzurro tra la vegetazione incontaminata che lo incornicia, placido e violaceo di sera, all’ora del tramonto si tinge di fuoco e d’oro. Il Lago di Bolsena è un continuo variare di tonalità ed emozioni davanti allo spettacolo della natura.

Montefiascone Lago di Bolsena

Di fuoco e oro al tramonto

Il Lago di Bolsena si è formato oltre 300 000 anni fa in seguito al collasso calderico di alcuni vulcani appartenenti alla catena dei monti Volsini. Ancora oggi è totalmente balneabile, anche se in alcuni tratti presenta un fondo leggermente paludoso. Le coste sono basse e sabbiose, una sabbia fine di colore scuro che evidenzia l’origine vulcanica del lago.

Cosa visitare sul Lago di Bolsena?

Le città principali sono Bolsena e Montefiascone, ma entrambe essendo le più turistiche abbandonano un po’ l’aria rilassata delle cittadine di lago per assumere un aspetto più fortemente turistico e la sera potrete trovare localini sul lungolago  dove gustare cocktail e gelati. A Bolsena è d’obbligo una visita alla Rocca Monaldeschi della Cervara, eretta nel 1156 per volontà di papa Adriano IV a protezione dei centri sulla via Cassia minacciati dal Federico Barbarossa. Potrete arrampicarvi fin sulla torre più alta e godervi un bellissimo panorama del lago.

Bolsena

Il “Castello di Bolsena”

A Montefiascone è d’obbligo una sosta a visitare la Rocca dei Papi: nel periodo successivo alla caduta dell’Impero romano, durante le invasioni barbariche il paese si vide costretto a rafforzare le proprie difese con imponenti opere murarie per impedire a eventuali aggressori di introdursi all’interno del centro abitato. Venne così eretta una grande e possente rocca con alte mura, all’interno delle quali si riversarono anche gli abitanti delle campagne. Presto essa divenne meta privilegiata di papi che, costretti a scappare dalla Roma assediata, la scelsero quale meta del loro esilio.

Montefiascone

La cattedrale di Santa Margherita, intitolata alla patrona di Montefiascone

Capodimonte ha una deliziosa spiaggia di sabbia vulcanica, affiancata da giardinetti all’italiana che in agosto si riempie di turisti, ma è sicuramente molto caratteristica e merita una visita. Camminando lungolago potrete raggiungere un porticciolo e godervi dal basso l’imponente cinquecentesca imponente Rocca Farnese, a pianta ottagonale per opera di Antonio da Sangallo il Giovane.

Capodimonte

Capodimonte è stato spesso scelto per ambientare film del piccolo e grande schermo, vedendo il panorama è facile intuirne il motivo!

Marta è il principale porto attivo del Lago di Bolsena, un caratteristico villaggio di pescatori che ha saputo mantenere inalterato nel tempo il fascino del paesino di lago. Al visitatore presenta un pittoresco borgo medievale con vicoli e piazzette, arroccato attorno alla Torre dell’Orologio e un tranquillo lungolago ombreggiato da platani, ideale per riposanti passeggiate.

Marta

Marta ed il suo caratteristico borgo

Ovviamente se siete nel periodo giusto non lasciatevi scappare l’occasione per un rinfrescante bagno nel lago! potete trovare sia spiagge più incontaminate che maggiormente urbane, si tratta per lo più di spiagge libere, con chioschetti e bar che noleggiano ombrelloni e pedalò. Se vi fermate qualche giorno potete anche effettuare il tour delle isole con la barca, partenza dal porto di Capodimonte.

Cosa fare sul Lago di Bolsena durante il giorno? Dipende dal tipo di turismo che ami praticare. Se ti fermi per diversi giorni puoi fare “vita di lago” alternandola a qualche gita. Io ho elencato le principali cittadine che si affacciano sul lago, ma ci sono dei caratteristici borghi a pochi minuti di automobile, come Grotte di Castro o San Lorenzo Nuovo. La mattina poichè è più fresco è piacevole, se non le hai mai viste, passeggiare per le viuzze dei paesini, alla scoperta di angoli caratteristici, pranzo leggero e poi pomeriggio rinfrescante bagno nel lago!

La sera poi ci sono moltissimi locali dove cenare, come in tutti i paesi dove si è sviluppato il turismo non mancano ristoranti più turistici, ma con un po’ di pazienza riuscirete a trovare qualche agriturismo o qualche ristorante caratteristico dove gustare piatti tipici senza spendere un’esagerazione.

Piatti tipici del Lago di Bolsena

Per quanto riguarda i piatti tipici il mio consiglio è di provare il coregone, un tipico pesce di lago con cui vengono preparati sia primi come farfalle o linguine al coregone che secondi tipo coregone alla griglia o fritto; assolutamente da provare gli umbrichelli o ombrichelli all’arrabbiata o all’amatriciana, in fondo siamo in provincia di Viterbo e se c’è qualcosa che sanno fare è proprio l’amatriciana! A Montefiascone dovete provare la porchetta, è in assoluto una delle migliori che io abbia mai mangiato! Il tutto annaffiato da vini come l’Est! Est!! Est!!! di Montefiascone un bianco DOC e la Cannaiola, un vino dolce in cui intingere le caratteristiche ciambelline al vino.

Personalmente vi consiglio, soprattutto in estate, di porgere un occhio anche alle feste locali con stand gastronomici che vi possono offrire prelibatezze locali ad ottimi prezzi.

Ed ecco tre ricette provate e rifatte da Beatitudini in Cucina:

Coregone in carpaccio

Coregone in carpaccio

penne al coregone

Penne al coregone

pici all'amatriciana

Pici all’amatriciana

Spero che la mia piccola guida vi sia piaciuta, al prossimo post alla scoperta di… sorpresa!

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*



Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi conoscere la normativa consulta la pagina http://www.beatitudiniculinarie.it/home/cookie-law

Chiudi