Spaghetti molche e pomodorini

Spaghetti molche e pomodorini
Condividi se ti è piaciuto

Le molche diventano un profumatissimo condimento per la pasta, più delicato del patè di olive si sposa deliziosamente con il profumo dei pomodorini secchi!

Le molche sono parti di buccia e di polpa delle olive macinate che durante la separazione dall’olio e dall’acqua utilizzata per la spremitura, vengono tolte dalla centrifuga. Molche è una parola del dialetto Trentino e la sentirete utilizzare solamente nell’alto Garda nelle zone di Riva, Arco, Torbole e Tenno e si usano per prepatare un pane caratteristico el pan de molche.

Ho ricevuto in dono un patè di molche da dei cari amici di Riva del Garda ed anzichè preparare il pane ho deciso di utilizzarlo insieme a dei pomodorini secchi per un per un primo piatto davvero unico nel suo genere. Ho preferito una ricetta creativa a quella tradizionale, confesso che non amo particolarmente il pane alle olive, per cui ho azzardato la pasta, ma spero i lettori trentini non me ne vogliano!

Ricetta spaghetti molche e pomodorini:

Ingredienti per 4 persone

320 g di spaghetti
160 ml di patè di molche
10 pomodorini secchi sott’olio
un mazzetto di rucola
parmigiano grattugiato q.b.
olio EVO
sale q.b.

Non è una ricetta complicata, visto che viene condito tutto a freddo! Potete sostituire le molche con un patè di olive nere che però tende ad avere un gusto più acuto. Mettete a bollire abbondante acqua salata e giunta a bollore unite gli spaghetti.

Mentre la pasta cuoce, versate il patè in una ciotola e scioglietelo con due cucchiai di acqua bollente. Tagliate a pezzetti i pomodorini. Una volta che la pasta sarà cotta unitela al patè e mescolate bene, aggiungendo poco olio. Impiattate gli spaghetti disponendo intorno alla pasta la rucola spezzettata sul momento e qualche pomodorino, una spolverata di parmigiano e servite!

torbole sul garda

Questa è una foto di Torbole, comincio a sentire la nostalgia delle mie tante vacanze passate sul Lago di Garda!

1 Commento su Spaghetti molche e pomodorini

  1. Non avevo mai sentito parlare del molche e l’uso che ne hai fatto mi intriga moltissimo!
    Complimenti Bea e felice we <3

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*



Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi conoscere la normativa consulta la pagina http://www.beatitudiniculinarie.it/home/cookie-law

Chiudi