Mince pie per il Natale anglosassone

mince pie

Con dicembre inauguriamo tutta una serie di ricette natalizie provenienti da tutto il mondo! Cominciamo oggi con la ricetta originale delle mince pies, profumatissimi dolcetti provenienti dal mondo anglosassone!

La ricetta delle mince pie ha origini medievali quando i paladini di ritorno dalle crociate portarono in Inghilterra le prime spezie: noce moscata, chiodi di garofano e cannella.
Curiosamente l’origine delle mince pie è salata, per secoli infatti queste tortine sono state farcite di carne: montone, lingua, manzo, grasso di pecora, frutta fresca e secca, spezie e zucchero; in tutto, 13 ingredienti per ricordare Gesù e i suoi 12 apostoli. Il nome odierno del ripieno mincemeat si rifà proprio a questa origine a base di carne.

E’ tradizione lasciare sul bordo del caminetto un piattino con una o due mince pie ed una carota per la renna, come ringraziamento affinché le calze di Natale siano ben riempite di doni. Sempre secondo la tradizione, quando si prepara il ripieno per le mince pie bisogna sempre girare l’impasto in senso orario; girando in senso antiorario, infatti, si attirerebbe la cattiva sorte per l’anno a venire.

Ricetta mince pie:

Ingredienti per 15-20 mince pie

Per la base
300 g di farina 00
150 g di burro freddo
75 g di zucchero
1 tuorlo
1 buccia finemente grattugiata di 1/2 limone

Per il ripieno

100 g uva passa
100 g ribes
50 g uva sultanina
50 g di mele sbucciate
50 g arancia candita
50 g margarina
1 limone, succo e scorza grattugiata
125 g zucchero scuro
1 cucchiaio di spezie miste tritate (cannella, noce moscata, chiodi di garofano, zenzero)
1 cucchiaio di cannella
100 ml di brandy
15 g burro

Preparate prima il mincemeat, ossia il ripieno, che potrete preparare con qualche giorno d’anticipo, in maniera che si insaporisca. Affettate finemente le mele e mettetele a cuocere con il burro in un tegame. Quando cominceranno ad appassire aggiungete gli altri ingredienti e lasciate cuocere a fiamma dolce per una mezz’ora. Il composto deve risultare asciutto. Invasatelo e conservatelo fino al momento dell’utilizzo.

Preparate la base per le mince pie: estraete il burro dal frigo solo prima di cominciare la preparazione, deve essere freddissimo! Tagliatelo a tocchetti e mettetelo su una spianatoia, se non l’avete andrà benissimo una ciotola, insieme a farina, zucchero, un pizzico di sale ed il tuorlo.

Amalgamate il tutto lavorando l’impasto con la punta delle dita per evitare di scaldare troppo il composto. Lavorate il meno possibile, quando otterrete una palla senza briciole l’impasto sarà pronto. Mettetelo in frigorifero coperto di pellicola a riposare per almeno un’ora.

Scaldate il forno a 200° e imburrate dei pirottini di alluminio usa e getta. Stendere la pasta non troppo fine, circa 5-6 mm su un piano infarinato e ritagliare 15 cerchi grandi quanto i buchi dello stampo. Sistemare ogni cerchio dentro lo stampo e modellare in modo da coprire i bordi dello stampo. Farcite l’interno con un cucchiaio di ripieno.

A seconda del paese le mince pie vengono ricoperte o con una stella ritagliata dalla pasta avanzata o da un crumble alla cannella. Io ho optato per il secondo realizzato con 50 g di burro, 50 g di zucchero, 50 g di farina ed un cucchiaio di cannella che ho lavorato velocemente con le dita fino ad ottenere un composto sbriciolato che ho distribuito sulle tortine.

mince pie

Credo che diventeranno il mio dolce natalizio preferito.

Nota linguistica: nella lingua italiana la s del plurale inglese non ha alcun senso, poichè i termini in lingua straniera sono invariabili ed il plurale viene reso uguale al singolare. E’ pefettamente inutile quindi chiamarle mince pies, portiamo un po’ di rispetto alla nostra povera lingua. Se non vi fidate di me chiedete pure alla Crusca.

Per la ricetta originale ho consultato diversi siti in lingua ed alla fine ho rielaborato una versione piuttosto simile a quella che assaggiai io. La base può essere sostituita da una brisée, nel ripieno molti aggiungono dello strutto, in cui viene cotta la frutta e che io ho omesso visto che non aggiunge niente al ripieno. Leggendo ho anche scoperto che esiste lo strutto vegan, creato con olio di palma e farina… mah! E con questo vi saluto e vi do appuntamento alla prossima ricetta di Natale, i biscotti Kourabiedes dalla Grecia!

4 Commenti su Mince pie per il Natale anglosassone

  1. ma è bellissima questa idea!
    verrò allora a curiosare spesso…
    sono proprio carine queste mince pie… e hanno sicuramente il loro fascino sapendo le origini!
    bravissima
    a presto

  2. Che bello scoprire queste tradizioni diverse dalle nostre :-) Probabilmente la versione salata non l’assaggerei nemmeno ma questa dolce mi ha conquistata :-)

  3. Heylà! Sai che cercavo proprio questa ricetta, grazie di averla postata!

  4. una bella ricetta.. bravissima e complimenti <3

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*