Zuppetta piccante di calamari

zuppetta piccante di calamari
Condividi se ti è piaciuto

E si ricomincia con la nostra rubrica! Torna l’appuntamento, ogni quindici giorni, che abbina un libro ed un film ad una ricetta. Oggi vi presento una ricetta gustosa e leggera, la zuppetta piccante di calamari abbinata ad un frizzante romanzo di Sophie Kinsella: La ragazza fantasma.

La ragazza fantasma è un delizioso Chick-lit di Sophie Kinsella. La protagonista è Lara, una donna di ventisette anni, che ha appena chiuso una relazione con il suo Grande Amore e che ha aperto insieme alla fuggitiva Natalie un’agenzia di cacciatori di teste… recruitment per la precisione. Durante il funerale di una sua prozia, sadie di 105 anni, s’imbatte nel fantasma di una ragazza alla ricerca di una misteriosa collana, fantasma che si rivela essere proprio la prozia Sadie! Sadie, costringe Lara ad aiutarla nella ricerca della collana e le due, per quanto caratteri opposti finiscono per diventare amiche.

Le vicende sono raccontate in prima persona da Lara che all’inizio è decisamente sarcastica, immatura e ingenua, assolutamente convinta che il ragazzo che l’ha mollata sia ancora innamorato di lei e che torneranno insieme, la socia Natalie l’ha abbandonata di punto in bianco per andarsene in vacanza, ma con il passare dei giorni e l’amicizia con Sadie la ragazza degli Anni 20, comincia ad essere più consapevole di se stessa e finalmente a crescere.

E’ senza dubbio da considerarsi una lettura leggera e scorrevole per passare delle ore spensierate ,anche se non mancano momenti di riflessione legati al fatto dell’abbandono dell’anziana zia Sadie che ha trascorso gli ultimi anni di vita abbandonata dalla propria famiglia.

Sadie è il personaggio che più affascina, una ragazza ribelle degli Anni 20, cocciuta, spumeggiante, amante dei bei vestiti e degli uomini belli, si prende una cotta per Ed, obbligando Lara ad uscirci e creando scenette assolutamente divertenti.

Assolutamente consigliato!

Perchè la zuppetta piccante di calamari? Perchè la squattrinata ed indebitata Lara, per convincere uno dei suoi candidati ad accettare il posto che lei gli vorrebbe offrire, lo porta a mangiare in uno dei locali più cari di Londra, dove l’uomo ordina menù a base di pesce. Non volendo cimentarmi nelle ostriche (che a dirla onestamente mi fanno un po’ ribrezzo) ho ripiegato su una più semplice zuppetta piccante di calamari.

E non perdetevi i ghiaccioli alla vodka con thè verde e menta di Susy che recensisce per noi il film Ex-machina!

Ricetta Zuppetta piccante di calamari:

Ingredienti per 4 perone

1 kg di calamari
400 g di passata di pomodoro o pomodori pelati
sale
1 bicchiere di vino bianco
aglio
sale e peperoncino di cayenna
olio e.v.o.
1 bicchiere d’acqua o brodo di pesce
un ciuffo di prezzemolo per guarnire

Lavate e pulite accuratamente i calamari, tagliateli a pezzi e metteteli in un piatto. In un tegame insaporite un paio di cucchiai di olio e.v.o. con uno spicchio d’aglio, versate i calamari e fate insaporire per 2-3 minuti, sfumate con il vino bianco e fate evaporare tutto l’alcool. Aggiungete a questo punto il pomodoro, il sale e il peperoncino, mescolate accuratamente e coprite con un coperchio.
Fate cuocere il pesce per circa 10 minuti a fuoco basso.
Servite la zuppetta piccante di calamari accompagnandola con dei crostini di pane grigliato.

2 Commenti su Zuppetta piccante di calamari

  1. Con i piatti di pesce mi conquisti sempre e questa zuppetta la vorrei tanto x pranzo :-P Buon we Bea e a presto <3
    ps: Oltre che x gustarmi questa prelibatezza, passo anche x un saluto veloce tra qualche giorno parto x le vacanze e sarò un po' assente dal web! Ci aggiorniamo prossimamente <3

  2. Gustosa questa zuppetta e mi piace molto anche il libro.
    Passo da Susy :)
    Un bacio e buon fine settimana

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*



Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi conoscere la normativa consulta la pagina http://www.beatitudiniculinarie.it/home/cookie-law

Chiudi