Spanakopita: pita con spinaci e feta

Spanakopita: pita con spinaci e feta

La Grecia è famosa per le sue pite, delle gustosissime torte salate, oggi in particolare ho preparato la Spanakopita, dal greco Spanako=spinaci e Pita=torta, quindi una torta salata, pita con spinaci e feta racchiusa in un guscio croccantissimo di pasta phillo realizzato a mano.

Adoro viaggiare, osservare un mondo fatto di colori, profumi e suoni diversi. Girellare per le stradine di Creta è una continua scoperta di deliziose Bakery che propongono specialità locali, le varie pite con i ripieni più gustosi. Una delle mie preferite è la spanakopita, una pita con spinaci e feta. E’ stata per giorni la mia colazione preferita!

Dovete infatti sapere che in Grecia la colazione è prevalentemente salata, per cui è abbastanza facile trovare la pita con spinaci e feta a colazione, come anche quella al formaggio, altra specialità che ho apprezzato tantissimo. Devo però confessare che dopo cinque giorni lo spirito italiano si è risvegliato ed ha preteso una colazione dolce! Per cui il mio povero fidanzato è corso per tutta Rethymno in cerca di una pasticceria tornando con degli squisiti Baklava.

Adoro la pasta Phillo, con la sua croccantezza tanto che la preferisco alla pasta sfoglia e diversamente da quanto si possa pensare è piuttosto facile da preparare a mano! Esistono diverse varianti per la pita con spinaci e feta, come l’aggiunta di uvetta o cannella. Viola che mi ha insegnato a prepararla a casa sua la prepara senza questi ultimi due ingredienti, ma con l’aggiunta di tanto basilico… ed è spettacolare, non vi resta che provarla!

Ricetta pita con spinaci e feta:

Ingredienti

Per la pasta fillo
500 g farina 00
3 cucchiai di olio extravergine di oliva
200 g acqua
sale fino
maizena

Per il ripieno
500 g di spinaci lessi
2 cipolle
500 g di formaggio feta (io ho fatto 250 g di ricotta e 250 g di feta),
aneto
basilico
olio d’oliva,
sale e pepe

Disporre la farina a fontana sul piano di lavoro e nel mezzo aggiungere l’olio, il sale e un po’ di acqua tiepida. Impastate questi ingredienti con la mani fino ad ottenere una pasta soffice, ma compatta. Mettete l’impasto a riposare per circa un’ora coperto.

Affettate finemnte la cipolla e mettetela ad inmbiondire in una padella con poco olio, aggiungere gli spinaci lessi e lasciate insaporire per una decina di minuti, aggiustando di sale. In un’altra ciotola preparare la feta: tagliarla a piccoli pezzi schiacciandoli con la forchetta per conservarne la consistenza, aggiungere la ricotta, aneto e basilico ed amalgamare il tutto.

Trascorsa l’ora dividete l’impasto in circa 10-12 palline di uguale dimensione e con l’aiuto di un mattarello e della maizena (e mi raccomando, maizena!) stendeteli molto sottili, lasciandoli separati l’uno dall’altro, per cui occorre molto spazio.

Adesso che abbiamo tutto pronto possiamo assemblare la spanakopita. Prendere una teglia da forno unta con dell’olio e adagiarvi un primo foglio di pasta phillo, spennellarlo con l’olio e aggiungervi 4 o 5 strati di pasta, che andrete ad ungere in superficie come avete fatto con il primo. Farcite con il composto di spinaci e formaggio, livellatelo fino ad ottenere uno strato corposo di ripieno. Coprire poi con i rimanenti strati di pasta phillo, spennellandoli tra uno e l’altro. Piegare il bordo esterno sigillandolo con una forchetta.

Spennellare con dell’olio e infornare in forno a 180° preriscaldato per circa quaranta minuti, finché la pasta non diventa dorata. Appena pronta estraete la spanakopita dal forno ed inumiditene la superficie con poca acqua, coprite e lasciate riposare una decina di minuti prima di servire.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*