Marmellata pesche e lavanda

Marmellata pesche e lavanda

La marmellata pesche e lavanda con il suo delicatissimo profumo, vi conquisterà , riportandovi con la mente alle belle giornate estive.

Il profumo dell’estate in un barattolo… questo è ciò che mi sovviene ogni volta apro il barattolino per fare colazione. Il profumo dei prati al sole, della frutta sugli alberi, viottoli al sole tra il frinire delle cicale… come immagine mattutina non è assolutamente male! La marmellata pesche e lavanda ha un profumo delicatissimo, fare colazione con una bella fettina di pane al farro e con la mia marmellata pesche e lavanda, addolcisce la giornata. E chi mi conosce sa quanto io sia fanatica delle colazioni naturali. D’ora in avanti chiamatemi la fanatica delle colazioni!

Non sto neanche a dirlo (ed invece lo scrivo) che con la marmellata pesche e lavanda potete realizzare ottime crostate! E da brava foodblogger vi suggerisco la mia iper-collaudata ricetta per la pasta frolla.

Per realizzare questa ricetta cercate della lavanda biologica, priva di qualsiasi veleno, io l’ho in giardino, cresce selvaggia e rigogliosa senza veleni nè altro. La raccomandazione vale anche per le pesche, nel mio caso erano pesche miste, gialle, noci e cotogne.

Marmellata pesche e lavanda:

Ingredienti:

1 kg di pesche
500 g di zucchero
succo di 1 limone
lavanda 12 spighe

Lavate le pesche, privatele del nocciolo e tagliatele a tocchetti. Mettete le pesche in una pentola con lo zucchero e il succo di limone, racchiudete la lavanda dentro un sacchettino realizzato con una garza chiusa da spago e ponetelo in infusione dentro la pentola con la frutta, lasciandolo fino a fine cottura della marmellata. Portate ad ebollizione e lasciate bollire a fiamma molto bassa per almeno 2 ore, ricordatevi di girare di tanto in tanto se non volete che si attacchi al fondo. Per controllare se è cotta fate la prova piattino: mettete un piattino nel frigorifero una decina di minuti, versateci sopra qualche goccia di marmellata e se rimane bella ferma, addensandosi, la marmellata è pronta. Se risultasse troppo liquida, continuate la cottura, ripetendo la prova ad intervalli di 10 minuti.

Marmellata pesche e lavanda

Provate la marmellata pesche e lavanda su delle fettine di pane al farro appena sfornato… è irresistibile!

Quando sarà cotta, togliete il sacchetto di lavanda e aggiungete alla marmellata alcuni fiorellini, mescolando. Versate la marmellata nei barattoli, lavati e sciacquati con della grappa neutra, chiudeteli bene, metteteli a freddare a testa in giù, avvolti in un panno di lana per 12 ore. Riponete i barattoli in un luogo fresco ed asciutto. Una volta aperta conservate la marmellata pesche e lavanda in frigorifero.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*



Questo sito si serve dei cookie di Google per l'erogazione dei servizi, la personalizzazione degli annunci e l'analisi del traffico. Le informazioni sul tuo utilizzo del sito sono condivise con Google. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi conoscere la normativa consulta la pagina http://www.beatitudiniculinarie.it/home/cookie-law

Chiudi