Farro alla pescatora

Farro alla pescatora
Condividi se ti è piaciuto

Il farro alla pescatora, la Toscana, terra tra il cielo ed il mare, montagne alte, pianure sconfinate, la ricetta di oggi, un simbolo della mia terra.

Il farro alla pescatora unisce in sè profumi di terra e di mare, seppie, totani, cozze e Farro della Garfagnana, uniti in questo primo piatto che sa d’estate. Lo mangiai tempo fa in un ristorante al Lido, oggi ripropongo una mia versione, potete arricchirlo con i pesci che più vi aggradano.

Ho scelto del Farro della Garfagnana coltivato da secoli in Toscana e che nel 1996, grazie alla Comunità Montana della Garfagnana, ottiene il riconoscimento europeo di Indicazione Geografica Protetta (IGP) che consacra il definitivo recupero di questo cereale.

Potete servire il farro alla pescatora come piatto unico, magari aggiungendo pezzetti di merluzzo od orata o servirlo accompagnato poi da una bella grigliata di mare o dagli spiedini di calamari e mazzancolle.

Ricetta farro alla pescatora:

Ingredienti per 4 persone

300 g di Farro della Garfagnana
600 g circa tra seppie e
totani puliti
600 g tra cozze e vongole
200 g di gamberetti sgusciati
olio d’oliva extra vergine q.b.
prezzemolo tritato
sale e pepe macinato o pestato al momento
peperoncino
300 g di pomodori pelati

Preparazione:

Portate ad ebollizione una pentola d’acqua leggermente salata, non appena l’acqua sarà pronta mettete a cuocere il farro per il tempo indicato sulla confezione. Scolatelo al dente. Nel frattempo fate un trito con una parte del prezzemolo e mettete le cozze e le vongole in una  casseruola con olio e prezzemolo e lasciatele aprire. Eliminate quelle che resteranno chiuse. Eliminare parte dei gusci e conservare il liquido di cottura filtrandolo.

Mentre vongole e cozze cuociono, tritate prezzemolo, aglio, poi fate imbiondire il trito in un tegame con olio di oliva e peperoncino. Aggiungete i totani lasciandoli insaporire per 15 minuti, poi aggiungete le seppie tagliate a pezzetti e fateli insaporire per un paio di minuti, infine unite i pomodori pelati, salate leggermente e lasciate cuocere per una ventina di minuti. Da ultimo dovrete aggiungere i gamberetti lasciandoli cuocere un paio di minuti ed infine unite cozze e vongole.

Unite il farro lessato, aggiungere l’acqua di cottura delle cozze e far insaporire bene tutto, aggiustando di sale e pepe.

Trasferite il vostro farro alla pescatora in un tegame di coccio e tenete in caldo fino al momento di servire.

Farro alla pescatora

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*



Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi conoscere la normativa consulta la pagina http://www.beatitudiniculinarie.it/home/cookie-law

Chiudi