Panzanella di Firenze

Panzanella toscana

Pane, pomodoro e cetriolo per la panzanella, uno dei piatti più amati a Firenze durante la stagione calda.

Ricetta tipica toscana, la panzanella nasce come ricetta povera di riciclo del pane vecchio avanzato. Originariamente veniva fatta con pane raffermo toscano, cioè senza sale, bagnato e strizzato, cipolla e basilico, conditi con dell’ottimo olio extra vergine e aceto. Solo in un secondo momento si aggiunsero pomodoro e cetrioli che sono entrati poi a pieno diritto tra gli ingredienti tipici della panzanella.

Questa ricetta è diffusissima in buona parte della Toscana fino a Lucca e Viareggio, mentre in Lunigiana, Versilia e Garfagnana, secondo una ricerca dell’Universit  di Firenze che ha redatto l’Atlante Lessicale Toscano, la panzanella non è un piatto tradizionale, ma tipico dei villeggianti fiorentini che vi venivano a trascorrere le ferie. A partire dai comuni di Camaiore e Pescaglia panzanella cambia totalmente significato diventando la pasta di pane fritta in olio bollente, l’equivalente dello sgabeo ligure o del coccolo fiorentino.

Nel tempo la ricetta originale della panzanella è stata arricchita da altri ingredienti come, tonno, mozzarella, uova sode, olive peperoni, ma originariamente era un piatto contadino, fatto con i prodotti che l’orto offriva.

Ecco dunque la ricetta originale della panzanella, come viene preparata e servita in uno dei migliori ristoranti di Firenze.

Ingredienti per 4 persone:

6/8 pomodori rossi
500 g di pane toscano raffermo
2 cetrioli
1 cipolla rossa
basilico
olio, sale, pepe, aceto q.b.

La sera prima: lavate i pomodori e tagliateli a pezzetti. Lavate e sbucciate i cetrioli, privateli dei semi e tagliateli a cubetti. Riunite il tutto in uno scolapasta posto sopra una ciotola, salate e lasciate riposare per l’intera notte, di modo che i pomodori facciano acqua. La mattina seguente tagliate il pane a cubetti ed aggiungeteli all’acqua dei pomodori e girate, in maniera tale che assorbano tutto il liquido. Con l’aiuto di una forchetta sminuzzate il pane. Aggiungere la cipolla tagliata a tocchetti, aggiustate di sale, poi aggiungere pepe, olio ed aceto, quest’ultimo secondo gusto. Lasciate riposare fino all’ora di pranzo. Aggiungere il basilico e servire.

Si conserva per un paio di giorni in frigorifero, per servire la panzanella ricordatevi di toglierla dal frigo almeno un’ora prima, deve essere servita a temperatura ambiente.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*